appalti

Sulla soglia di sbarramento delle offerte in sede di gara

Consiglio di Stato, Sez. III, 27/9/2016, n. 3970

Con la pronuncia in rassegna, il Consiglio di Stato ha chiarito che, qualora la legge di gara contempli una soglia di sbarramento, vale a dire un punteggio minimo che le offerte devono raggiungere al fine di potere essere valutate, è necessario procedere alla riparametrazione dei punteggi per evitare anomale restrizioni alla concorrenza ed al principio di massima partecipazione.
Il Giudice ha infatti rilevato che la fissazione di una soglia minima di punteggio per l’offerta tecnica non è un requisito di ammissione, ma semplicemente un valore al di sotto del quale l’Amministrazione ritiene l’offerta in accettabile, quale che sia la proposta economica.
E’ proprio in tali casi, ha concluso il Consiglio di Stato, che va predicato il carattere “indispensabile” della riparametrazione di cui alla lettera a), punto 5, dell’allegato P del d.P.R. n. 207/2010, di modo che sia ripristinato, anche in funzione proconcorrenziale, un equilibrio tra i fattori di valutazione delle offerte (Cfr. da ultimo, Consiglio di Stato, sez. V, 25 febbraio 2014, n. 899).