Appalti pubblici: l’aggiudicazione provvisoria costituisce un atto del tutto distinto ed autonomo da quella definitiva

Il Tar Lazio, sez. III ter, sentenza 12 aprile 2019, n. 4821, nel giudicare su una pretesa risarcitoria da mancata aggiudicazione, ha precisato che «l’aggiudicazione provvisoria costituisce un atto del tutto distinto ed autonomo da quella definitiva, ed il meccanismo del “silenzio assenso” prefigurato dall’art. 12, comma 1, del vecchio codice dei contratti (d.lgs. n. 163 del 2006, applicabile ratione temporis) riguarda solo l’approvazione dell’aggiudicazione provvisoria, mentre l’aggiudicazione definitiva richiede una manifestazione di volontà espressa dell’amministrazione, implicante, da parte dell’organo amministrativo dotato di competenza esterna, il rinnovato esame delle valutazioni già compiute dall’organo tecnico in sede di selezione della migliore offerta (cfr., di recente, TAR Lazio, Roma, sez. I-ter, sent. n. 11250 del 2018; cfr. anche, nello stesso senso, TAR Emilia-Romagna, Bologna, sez. II, sent. n. 681 del 2016). Da ciò deriva che viene ritenuto evento del tutto fisiologico quello per cui ad un’aggiudicazione provvisoria può non fare seguito quella definitiva, situazione che, di per sé, è inidonea ad ingenerare qualsiasi affidamento meritevole di tutela (cfr. tra le tante, oltre allo specifico precedente di questo TAR già citato, di recente anche: Cons. Stato, sez. III, sent. n. 3359 del 2017; TAR Lazio, Roma, sez. I-bis, sentt. n. 5597 del 2018 e n. 4324 del 2017). La giurisprudenza, in tale quadro, ha anzi concluso che, pur a fronte di un’approvazione tacita dell’aggiudicazione provvisoria, la stazione appaltante conserva il potere discrezionale di procedere o meno all’aggiudicazione definitiva;”».

Avatar

Avv. Marco Panato, avvocato del Foro di Verona e Dottore di Ricerca in Diritto ed Economia dell’Impresa – Discipline Interne ed Internazionali - Curriculum Diritto Amministrativo (Dipartimento di Scienze Giuridiche, Università degli Studi di Verona).E' autore di pubblicazioni scientifiche in materia giuridica, in particolare nel ramo del diritto amministrativo.Si occupa anche di docenza ed alta formazione.