appalti

Il Documento di Gara Unico Europeo (DGUE) – pubblicate le Linee Guida per il suo utilizzo

Sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 174 del 27 luglio 2016 è stata pubblicata la circolare 18 luglio 2016, n. 3 del Ministero delle Infrastrutture, recante le “Linee guida per la compilazione del modello di formulario di Documento di gara unico europeo (DGUE) approvato dal Regolamento di esecuzione (UE) 2016/7 della Commissione del 5 gennaio 2016”.
Con tale circolare viene sostituito e annullato integralmente il precedente Comunicato del MIT pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 170 del 22 luglio 2016.
Il documento di gara unico europeo (DGUE) è disciplinato dall’art. 85 del nuovo Codice dei Contratti pubblici (D. Lgs n. 50/2016), il quale ha recepito l’art. 59 della direttiva 2014/24/UE sugli appalti pubblici nei settori ordinari.
E’ previsto un modello di formulario di DGUE, adottato con il regolamento di esecuzione UE 2016/7 della Commissione del 5 gennaio 2016 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 3/16 del 6 gennaio 2016; sulla scorta delle previsioni di cui all’art. 2 del regolamento in questione, lo stesso è entrato in vigore il ventesimo giorno successivo alla data di pubblicazione.
Ai sensi dell’art. 85, comma 1, del nuovo Codice, al momento della presentazione delle domande di partecipazione o delle offerte le stazioni appaltanti, a far data dall’entrata in vigore del Codice, accettano il DGUE, redatto in conformità al modello di formulario approvato con il citato regolamento dalla Commissione europea.
Giova osservare che le Stazioni appaltanti si sono trovate disorientate dal nuovo strumento di semplificazione, atteso che non vi era perfetta corrispondenza tra le dichiarazioni che gli operatori economici avrebbero dovuto rendere ai sensi della normativa nazionale e la configurazione del modello adottato dalla Commissione.
E infatti già a livello di Regolamento era previsto che gli Stati membri avevano comunque la facoltà di adottare Linee guida per l’utilizzo del DGUE al fine di fornire chiarimenti e rendere più comprensibili le singole disposizioni normative nazionali rilevanti a tal fine.
Pertanto, con le Linee guida si vuole fornire alle amministrazioni aggiudicatrici e agli enti aggiudicatori alcune prime indicazioni sul corretto impiego del DGUE nell’ambito della vigente disciplina nazionale, allegando uno schema di formulario adattato alla luce delle disposizioni del Codice.
E’ previsto, peraltro, un periodo di sperimentazione applicativa in questa materia, al fine di poter adattare le Linee guida ad eventuali ed ulteriori esigenze applicative che, nel frattempo, dovessero rendersi necessarie, apportando tutte le delucidazioni ad integrazione del documento.
Le Linee guida sono state predisposte sulla base dei contributi forniti dai Soggetti istituzionali e precedute da favorevole avviso espresso dall’Ufficio Legislativo del MIT, con proprie note prot. n. 27635 del 15 luglio 2016 e prot. n. 27819 del 18 luglio 2016.

 

Modello-di-formulario-DGUE

 

Testo della Circolare in Gazzetta