Modello_231

Modello 231: bando INAIL con incentivi a fondo perduto per l’adozione di modelli organizzativi

Modello 231: bando INAIL con incentivi a fondo perduto per l’adozione di modelli organizzativi (anche Modello 231)

Approvati i criteri, contributi a fondo perduto pari al 65% dei costi (spese ammissibili), domande dal 19 aprile, erogazioni fino ad esaurimento fondi

Con il nuovo bando l’INAIL intende sostenere e supportare il miglioramento (documentato) delle condizioni lavorative.

I finanziamenti sono a fondo perduto per varie categorie di progetti ,tra cui l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (cioè sono compresi anche i modelli organizzativi di gestione e controllo quali i c.d. “Modelli 231”).

La domanda può riguardare una sola tipologia di progetto, con presentazione a partire dal 19 aprile fino al 31 maggio. Ma attenzione: c’è un plafond complessivo (100 milioni di euro per la categoria di progetti relativi all’adozione di Modelli 231) e l’assegnazione dei contributi avverrà secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande. Pertanto, per avere maggiori possibilità di conseguire l’erogazione, è consigliato attivarsi tempestivamente e presentare la domanda al primo momento utile.

L’importo del contributo? Per ogni singola domanda da un minimo di 5mila ad un massimo di 130mila euro, per una somma pari al 65% delle spese ammissibili (vedi allegato).

Per approfondimenti Modello 231 per le aziende, Organismo di Vigilanza nella responsabilità amministrativa degli enti (231).

 

Avv. Marco Panato, avvocato del Foro di Verona e Dottore di Ricerca in Diritto ed Economia dell’Impresa – Discipline Interne ed Internazionali - Curriculum Diritto Amministrativo (Dipartimento di Scienze Giuridiche, Università degli Studi di Verona).E' autore di pubblicazioni scientifiche in materia giuridica, in particolare nel ramo del diritto amministrativo.Si occupa anche di docenza ed alta formazione.